Le letture della domenica

Liturgia della Parola – 29 novembre 2020

Prima domenica di Avvento anno B

1. Dal libro del profeta Isaia (63, 16b-17.19b; 64, 2-7).
2. Salmo responsoriale (Sal 79)  Rit.:  Signore, fa’ splendere il tuo volto e noi saremo salvi.
3. Dalla prima lettera di San Paolo apostolo ai Corinti (1,3-9).
4. Dal Vangelo secondo Marco (13,33-37).

… per riflettere e pregare

Il tempo liturgico dell’Avvento inizia con la caratteristica che gli è propria: invito ad essere vigilanti. Così si conclude il passo del Vangelo che viene proclamato nella liturgia della Parola. Si tratta di un invito, di un consiglio, di un progetto. Invito perché siamo parte del pensiero di Dio che non si dimentica dell’essere umano, di un consiglio perché la nostra libertà non venga assoggettata a nessuna costrizione e siamo così responsabili per le nostre scelte, di un progetto perché anche noi siamo chiamati a compiere la nostra parte per l’edificazione del Regno di Dio. Queste tre caratteristiche ci devono accompagnare in questo tempo di preparazione all’avvento del Natale, momento nel quale il Signore farà splendere il suo volto su di noi.

Dall’Esposizione sul Vangelo di Marco 4,13  di San Beda il Venerabile:
«Veglia chi tiene aperti gli occhi dello spirito per guardare la vera luce;
veglia chi conserva bene operando ciò in cui crede;
veglia chi respinge da sé le tenebre del torpore e della negligenza».

scarica il pdf: Prima Domenica Avvento B