Le letture della domenica

Liturgia della Parola – domenica 10 ottobre 2021

Ventottesima domenica del Tempo Ordinario B

1.  Dal libro della Sapienza  (7,7-11).
2. Salmo responsoriale (dal Salmo 89)  Rit.: Saziaci, Signore, con il tuo amore: gioiremo per sempre. 
3. Dalla lettera agli Ebrei (4,12-13).
4. Dal Vangelo secondo  Marco (10,17-30).

… per la riflessione e la preghiera

Le letture di questa ventottesima domenica del tempo ordinario B mettono al centro della riflessione ecclesiale e personale la relazione con la ricchezza, con i beni materiali.
Nella prima lettura, tratta dal libro della Sapienza, viene indicata la priorità assoluta che ognuno è chiamato ad avere con la Sapienza, bene infinito. La ricchezza materiale è considerata una nullità insignificante (fango). Cercare la Sapienza significa cercare ciò che veramente può realizzare la vita di ciascuno.
Così nel Vangelo Gesù sottolinea questo nell’incontro con un “tale” (spesso chiamato ‘il giovane ricco’) che vuole sapere cosa deve fare per avere la vita eterna. L’osservanza della legge e il distacco dai beni materiali sono i due cardini che permettono alla persona di essere libera e poter seguire totalmente Gesù.
Le letture di oggi, compresa la lettera agli Ebrei, sono l’occasione per fare un’analisi e valutare cosa è veramente importante per ciascuno. La riflessione deve portare alla gioia del salmista che dice: «Saziaci, Signore, con il tuo amore: gioiremo per sempre».

Scarica il file in pdf: Ventottesima domenica TO B